Informazioni turistiche nelle spiagge della Gallura, il servizio che piace

Le richieste hanno riguardato soprattutto escursioni in barca, percorsi di trekking e siti archeologici.

Sono 17067 i contatti stabiliti dai 4 info point dislocati nei parcheggi della spiagge di Rena Bianca, Bados, Le vecchie Saline e Porto Istana. Dal 1 giugno al 30 settembre, l’utenza che ha scelto queste 4 spiagge del litorale olbiese, ha potuto usufruire, durante l’arco di tutta la giornata, del servizio di informazione e assistenza turistica, coordinata per il secondo anno consecutivo dalla società  Ri.An srls.

Come risulta dall’analisi finale che ha preso in considerazione la domanda, lo staff della Ri.An ha fornito informazioni e assistenza a migliaia di utenti, per il 60% italiani e per il 40% stranieri, in particolare tedeschi, britannici, svizzeri, spagnoli, francesi, olandesi e statunitensi.

Le richieste hanno riguardato le strutture ricettive, le escursioni in barca verso l’arcipelago di la Maddalena e l’isola di Tavolara, percorosi di trekking, le visite presso i siti Archeologici del territorio di Olbia e dell’alta Gallura, i borghi dell’entroterra e i villaggi turisitici più conosciuti, centri della “movida”. Il calendario sagre ed eventi, i ristoranti, gli agriturismo, i club notturni, le rivendite di prodotti artigianali locali e i servizi di pubblica utilità completano il quadro generale della domanda.

Grande interesse hanno suscitato le spiagge di Rena Bianca e Porto Istana, entrambe detentrici del certificato di “eccellenza 2018” attribuito dagli utenti di Tripadvisor. Una menzione speciale va alla spiaggia delle Vecchie Saline, che ha visto aumentare il giro di utenza anche grazie al parcheggio adibito all’accoglienza per i camper con i relativi servizi.

“Siamo molto soddisfatti del risultato che i nostri punti di informazione hanno raggiunto anche durante questa stagione – afferma Maria Rita Asara, amministratore unico della Società – Oltre 5000 utenti in più rispetto alla stagione 2017, hanno usufruito gratuitamente di un servizio che si fa trovare dall’utente nel punto di maggior interesse per chi viene in Sardegna, ovvero le spiagge.”

La sinergia stabilita con operatori e attori del settore turistico è stata fondamentale – continua la Asara-. Il materiale informativo, fornitoci direttamente da questi, ci ha permesso di soddifare le richieste e le curiosità dell’utenza. Il nostro obiettivo è quello di creare una rete di info-point in grado di informare gli utenti sul come raggiungere un determinato luogo o ad ottenere un servizio richiesto senza inutili sprechi di tempo e con il massimo della soddisfazione. E’ in quest’ottica che stiamo provando ad allargare il nostro raggio d’azione, dal litorale olbiese, fino alla popolare spiaggia di Berchida, in agro di Siniscola, dove a partire dalla prossima stagione sarà istituito il servizio di informazioni turistiche, già in fase sperimentale durante la stagione appena conclusa. I primissimi risultati sono molto incoraggianti, con un beneficio oggettivo per entrambi i territori”.

Fonte: Gallura Oggi – Articolo del 02 ottobre 2018

Link:  https://www.galluraoggi.it/olbia/informazioni-turistiche-gallura-2-ott-2018/